Agricoltura

L’appello dell’EASAC sul ruolo della Scienza

Tra gli obiettivi da perseguire, decisivi per il nostro domani, figurano la riduzione delle emissioni di carbonio, l’esigenza di aria più pulita, il rispetto per gli ecosistemi e più attenzione alla salute. Tutti temi su cui l’Unione Europea dovrebbe muoversi in modo più strutturato e più tempestivamente con l’aiuto di competenze scientifiche indipendenti. Queste le valutazioni dell’EASAC dopo il Covid-19.

0 Shares

Lotta ai virus, anche in difesa del mais e del nostro cibo

La malattia virale che colpisce il mais Maize Letal Necrosis(MLN) non è ancora stata sradicata dall’Africa orientale e potrebbe anche essere impossibile farlo perché i due virus che la causano possono sopravvivere non solo sul mais ma su più erbe. Il progetto e le valutazioni di B.M. Prasanna, direttore del Global Maize Program presso il Centro e del CGIAR Research Program on Maize (MAIZE).

0 Shares

Servono innovazioni e trasparenza per creare sistemi alimentari sostenibili

Nei prossimi tre decenni avremo bisogno di più cibo per soddisfare la domanda di una popolazione in aumento, è stato calcolato che ne servirà dal 30 al 70 per cento in più. E il sistema alimentare globale dovrà cambiare profondamente per riuscire a garantire cibo sicuro e sano, ma anche prodotto in modo sostenibile. Uno studio ha esaminato le tecnologie più promettenti che potrebbero fare la differenza, per la sussistenza degli esseri umani e del nostro pianeta.

0 Shares

In California, grazie a una task force, sei nuove varietà di fagioli bio

Piante più resistenti agli effetti dei cambiamenti climatici e alle malattie ma anche più produttive: il ruolo del breeding è sempre più decisivo per il futuro dell’agricoltura e per la sostenibilità. In California grazie a una collaborazione tra ricercatori, breeder e coltivatori sono state create 6 nuove varietà di fagioli ideali per l’agricoltura biologica.

0 Shares

Economia circolare e prodotti sempre più naturali, è la volta dei coloranti

Da verdura e frutta invendute si possono recuperare tante sostanze preziose, ma grazie alla selezione e alla combinazione di una serie di enzimi si possono ottenere coloranti perfetti e sostenibili. Se ne sta occupando con alcuni colleghi Ilaria Benucci che lavora all’Università degli Studi della Tuscia e che è riuscita ad ottenere coloranti alimentari completamente naturali dall’estrazione dei carotenoidi rosso-arancio dei pomodori.

0 Shares

Anche i vecchi mandorli hanno una missione

Non solo economia circolare. Uno studio dell’Università della California, Davis, ha dimostrato che anche per l’agricoltura valgono le regole e i vantaggi del riciclo e che le vecchie piante sminuzzate nel terreno arricchiscono il suolo, aumentando il sequestro di carbonio, e rendono il frutteto più produttivo e più resistente alla siccità. Un’agricoltura che dà vantaggi a chi ci lavora e che fa bene anche all’ambiente.

0 Shares