Tutti

Biodiversità, due studi danno indicazioni importanti sui rischi che corre il nostro pianeta

Due studi condotti da ricercatori dell’Università dell’Arizona non lasciano dubbi: dobbiamo muoverci velocemente e pianificare interventi mirati per evitare l’estinzione delle specie animali e vegetali, soprattutto quelli di grandi dimensioni. Secondo il ricercatore Enquist questi ultimi sono come le grandi banche che hanno conseguenze decisive sull’economia globale.

0 Shares

Alimentazione e comunicazione, largo ai giovani

La capacità di lavorare insieme per preparare qualcosa di buono, sano e originale, coniugando sostenibilità, tradizioni e innovazione. Questa la sfida che stanno affrontando alcuni studenti di 20 istituti dell’Emilia Romagna. Ma oltre a realizzare nuove portate e scrivere testi di approfondimento, i ragazzi stanno preparando dei veri e propri piani di comunicazione per promuovere le loro creazioni sui canali social. Il progetto, ovviamente, non poteva che chiamarsi “Sfide”.

0 Shares

Chi meglio di Isabella può parlare del valore del cibo?

È una tecnologa alimentare, si è sempre occupata di sicurezza del cibo, di disciplinari e di normative, oggi Isabella Corso collabora con il Banco Alimentare della Lombardia, un’organizzazione che nel 2018 ha raccolto e distribuito alle strutture caritative del territorio più di 19.000 tonnellate di prodotti alimentari. Un grande lavoro di una grande squadra impegnata ad aiutare le persone in difficoltà e a combattere gli sprechi alimentari.

0 Shares

National Food Institute: dal siero del latte uno zucchero più dolce e più sano

Il siero è un sottoprodotto prezioso che andrebbe maggiormente valorizzato. I ricercatori del National Food Institute, Technical University of Denmark, con l’impiego di una tecnologia brevettata partendo dal lattosio del siero del latte sono riusciti a produrre uno sciroppo dolce come lo zucchero ma meno calorico e con un più basso indice glicemico.

0 Shares

Conoscere i livelli di nitrati nel suolo in tempo reale, una soluzione della Ben Gurion University Technologies

È stata realizzata una tecnologia innovativa che consente di monitorare in tempo reale i livelli di nitrati nel suolo. Inutile dirlo, sarebbe davvero auspicabile la diffusione di uno strumento di questo tipo: consentirebbe di gestire in modo più oculato le colture e i territori, con vantaggi inequivocabili per la sostenibilità dell’ambiente e per la qualità del nostro cibo.

0 Shares

Olanda, lavori in corso per serre sempre più sostenibili

Meno consumi energetici, utilizzo ottimale delle risorse idriche, luci e vetri sempre più intelligenti, presenza di sterminatori biologici per evitare malattie e sostanze chimiche. Nella KAS2030 i ricercatori di Wageningen, in collaborazione con i coltivatori, stanno testando soluzioni e tecnologie innovative per arrivare al traguardo 2040: un settore a zero emissioni.

0 Shares

Diana: “sta nascendo una nuova cultura del cibo”

Sta cambiando l’interesse nei confronti del cibo e le persone vogliono saperne di più per mangiare meglio ed apprezzare valori nutrizionali, aromi e sapori. E i giovani stanno portando una ventata di nuova energia nell’intero settore. Questa l’opinione di Diana de Santis che lavora all’interno del Dipartimento per l’Innovazione nei sistemi Biologici, Agroalimentari e Forestali dell’Università della Tuscia e si occupa di analisi sensoriale.

0 Shares

Continuano gli investimenti per rendere le vertical farm più efficienti

Il nuovo progetto Sky High guidato da Leo Marcelis, professore di Orticoltura dell’Università di Wageningen, coinvolge esperti di discipline diverse e si propone di ridurre i consumi energetici delle vertical farm e di rendere più nutrienti i prodotti migliorandone anche la shelf life.

0 Shares