Tutti

Piante e radici, il valore di alcuni geni che determinano la resistenza alla siccità

Le radici sono fondamentali per lo sviluppo di una pianta e alcuni loro geni condizionano la capacità della pianta stessa di resistere alla siccità e ad altri stress. Uno studio di un team di esperti di biologia vegetale dell’Università della California ha individuato alcuni dati genetici che potranno aiutare a creare colture alimentari in grado di sopravvivere agli effetti del riscaldamento globale. Nuove frontiere per il breeding.

0 Shares

Dal DNA, informazioni sulla storia e indicazioni per il futuro. La lattuga insegna

Seimila anni fa la lattuga era coltivata per estrarre l’olio dai suoi semi poi a partire dagli antichi greci e romani è stata utilizzata come vero e proprio alimento fino ad arrivare alle varietà attuali. Il DNA racconta anni e anni di breeding ma fa scoprire anche geni sconosciuti che potrebbero servire per ottenere più velocemente varietà più resistenti ai cambiamenti climatici e alle malattie. Questi i primi risultati di uno studio condotto dall’Università di Wageningen con la collaborazione del Beijing Genomics Istitute.

0 Shares

Il viaggio di Camilla all’insegna della bioeconomia

Dal progetto internazionale MEDCLIV (MEDiterranean CLimate Vine and Wine Ecosystem), che si propone di condividere conoscenze e soluzioni per mitigare gli effetti del riscaldamento globale nella viticoltura europea, allo studio delle infinite potenzialità degli insetti, la ricercatrice Camilla Chieco è impegnata in prima linea sul fronte della sostenibilità. Camilla, infatti, lavora all’IBE del CNR, l’Istituto per la BioEconomia del famoso Consiglio Nazionale delle Ricerche, e non ha dubbi: sono tanti, a portata di mano e a volte sorprendenti, i percorsi praticabili per rendere la nostra vita e la nostra economia più sostenibili.

0 Shares

Made in Italy, logistica e sostenibilità. Spunti di riflessione

Alcune considerazioni sulla logistica di Olga Simeoni, avvocato e consigliere d’amministrazione del CAR. Le sue valutazioni, basate su conoscenze dirette e dati precisi, suggeriscono una strategia all’insegna dell’ottimizzazione, della valorizzazione e del coordinamento delle infrastrutture già esistenti. Un percorso realisticamente praticabile che aumenterebbe l’efficienza della logistica salvaguardando gli equilibri ambientali, economici e sociali dei nostri territori.

0 Shares

Sistemi alimentari ed emissioni di gas serra: la FAO fa i conti

I sistemi alimentari di tutto il mondo sono responsabili di oltre un terzo delle emissioni mondiali di gas a effetto serra di origine antropica. Una nuova banca dati offre una panoramica dettagliata del contributo dei diversi settori e delle diverse componenti in gioco e rappresenta un punto di partenza importante per pianificare azioni di mitigazione e percorsi di transizione.

0 Shares

Come ridisegnare il sistema alimentare? Indicazioni pratiche dall’Università di Wageningen

Il Food Systems Decision Support Toolbox offre una serie di strumenti per avere una visione puntuale dei fattori e delle dinamiche di un sistema alimentare e per riuscire a disegnare un percorso evolutivo. Questi strumenti possono essere utilizzati in modo personalizzato ma la scelta di “chi invitare al tavolo” influenzerà i risultati delle analisi e le priorità dei possibili interventi e, soprattutto, condizionerà il livello di partecipazione.

0 Shares

Nuove luci sul misterioso mondo dei microrganismi

È disponibile un nuovo prezioso database, che raccoglie i genomi di oltre 52 000 diversi batteri e archei, di cui oltre 12 500 precedentemente sconosciuti. Il database è il risultato del lavoro di più di 200 ricercatori che hanno raccolto e sequenziato il materiale di oltre 10 450 campioni ambientali provenienti da tutto il mondo.

0 Shares