News

Microinquinanti organici nelle acque, sorvegliati speciali

Due progetti di ricerca, uno condotto in Svezia e l’altro in Israele, hanno valutato la presenza e gli effetti dei microinquinanti organici nelle acque trattate. Si tratta di residui di prodotti farmaceutici, pesticidi, solventi e detergenti che possono comunque avere effetti sulla vita dei pesci, anche se non ne compromettono la salute e di conseguenza la sicurezza alimentare.

0 Shares

Biodiversità, uno spunto di riflessione

Ristrutturare edifici o interi quartieri può privare tanti uccelli degli spazi necessari alla costruzione dei loro nidi. Se l’obiettivo è diventare più sostenibili e preservare la biodiversità anche questo aspetto va adeguatamente considerato.

0 Shares

Insetti, nuovi studi decisivi per il nostro domani

Uno studio complesso condotto sulle libellule ha messo in luce il valore della biodiversità e delle reti alimentari e un nuovo progetto di ricerca analizzerà gli effetti del riscaldamento globale, del gas a effetto serra e dell’inquinamento atmosferico sul sistema olfattivo degli insetti e le loro modalità di adattamento. Per fortuna c’è la Ricerca.

0 Shares

Cambiamenti climatici e migrazioni degli uccelli, nuovi studi e l’aiuto di Icarus

Il riscaldamento globale sta contribuendo a ridurre la biodiversità, prerequisito indispensabile per l’equilibrio degli ecosistemi, e tante, troppe specie si stanno estinguendo. Secondo uno studio del Max Planck Institute ogni anno circa un miliardo di uccelli migratori muore in rotta tra l’Europa e l’Africa. La Ricerca continua a darci evidenze, numeri, cause e indicazioni ma poi?

0 Shares

Plastica, l’EASAC dà indicazioni chiare

I legislatori europei dovrebbero adottare regole e incentivi per accelerare il passaggio a un’economia circolare dei rifiuti di plastica. Questo il monito esplicito dell’EASAC che ha prodotto un rapporto completo sul tema e ha messo nero su bianco le 7 linee guida.

0 Shares

Piante più resistenti? A lezione dalle antichissime Antocerote

Grazie a studi sul genoma, capire come si sono evolute e come vivono e crescono le antichissime antocerote, tra i primi gruppi di piante che sono riuscite a colonizzare la terra. Un progetto di ricerca affascinante, condotto da un team internazionale dell’Università di Zurigo e dal Boyce Thompson Institute, che dà indicazioni importanti per riuscire a produrre varietà più produttive e resistenti.

0 Shares

Vertical farm ed energia: la proposta di Schneider Electric e di Scale Microgrid Solutions

Tra chi crede che le vertical farm diventeranno realmente un nuovo paradigma della produzione alimentare c’è Schneider Electric. In collaborazione con Scale Microgrid Solutions, il leader nel settore dell’energia ha messo a punto una nuova proposta as a service modulare per aiutare le startup che puntano sull’agricoltura indoor a far fronte ai consumi energetici.

0 Shares

Alla ricerca di piante migliori, nuovi studi sull’impiego delle tecnologie CRISPR

Piante con maggiori proprietà nutrizionali, più resistenti alle malattie e ai cambiamenti climatici, più produttive. Una sfida che stanno affrontando tanti progetti di ricerca e in cui l’ingegneria genetica può giocare un ruolo. Una disciplina su cui le opinioni sono contrastanti, che andrebbe sicuramente regolamentata, ma che presenta inequivocabilmente grandi opportunità.

0 Shares

Alghe e sostenibilità, la Francia ci crede

Il gruppo francese Olmix si è specializzato in prodotti derivati dalle alghe marine per il benessere di piante, suolo, animali e anche esseri umani. Recentemente ha siglato un nuovo accordo con il National Research Institute for Agriculture, Food and Environment (INRAE) per estendere le iniziative di collaborazione nelle attività di ricerca e sviluppo .

0 Shares