Idee di innovazione

Gamberi, un domani più rosa e più sostenibile?

Uno studio condotto nell’università israeliana di Ben-Gurion ha portato ad allevare un gambero speciale che potrebbe contribuire ad aumentare le rese degli allevatori e a ridurre i danni legati alla comparsa dei parassiti nelle acque. E con un nuovo finanziamento, la piattaforma avanzata di Aquaconnect si prepara a crescere. Obiettivo: entro il 2020 arrivare a raggiungere una rete di 15.000 allevatori di gamberi e pesci in India e in Indonesia.

0 Shares

Il decollo di AeroFarms e il suo lavoro per la biodiversità

Singapore Airlines ha siglato un accordo con AeroFarms, una società che si occupa da tempo di vertical farming, per servire verdure fresche nei suoi voli a lungo raggio Newark-Singapore. La strategia di AeroFarms è all’insegna della biodiversità, nell’interesse anche dei consumatori, che sono alla ricerca di prodotti nuovi, freschi, sicuri e sempre più salutari.

0 Shares

Cibo e biotecnologie, è in arrivo una nuova era?

La corsa alla ricerca di proteine alternative sta portando alla ribalta tante nuove società che impiegano le biotecnologie per arrivare a un traguardo ambizioso: riprodurre la stessa consistenza, gli stessi sapori e le stesse proprietà nutrizionali dei prodotti tradizionali di origine animale.

0 Shares

Come innovare nel settore lattiero-caseario? Le mille idee di FrieslandCampina

Tutta una strategia all’insegna di un obiettivo: arrivare ad essere neutrale in termini di emissioni di carbonio entro il 2050. FrieslandCampina crede nell’open innovation e collabora con partner eterogenei per operare in modo sempre più sostenibile e far crescere i suoi soci, dando qualità e valore aggiunto al mercato.

0 Shares

Più cibo nutriente per tutti: l’idea e il modello di business di Blendhub

Le polveri alimentari sono un’opportunità per integrare cibi freschi, ma possono essere anche la soluzione per chi ha carenze o esigenze dietetiche specifiche. Blendhub dal 1997 crede nelle potenzialità di questi prodotti e per contribuire a diffonderli a livello mondiale ha creato un suo modello di business “FoodIndustry 4.0” che può contare anche su unità mobili facilmente installabili ovunque.

0 Shares