Percorsi di sostenibilità

L’ultima mossa strategica di Bühler per arrivare a una produzione alimentare più sostenibile

Il gruppo svizzero, infatti, ha siglato una partnership strategica con il DIL Deutsches Institut für Lebensmitteltechnik, l’istituto di ricerca specializzato nella scienza e nelle tecnologie. Tra gli obiettivi prioritari la creazione di proteine alternative in grado di ridurre gli impatti ambientali.

0 Shares

Con le biotecnologie, il grano può diventare a prova di ruggine

I ricercatori del CSIRO, l’agenzia scientifica nazionale australiana, hanno guidato un progetto internazionale per creare varietà di grano più resistenti alla ruggine e hanno raggiunto il loro obiettivo con una tecnica innovativa: sono riusciti a inserire insieme “impilati” cinque geni di resistenza alla malattia. Una vera conquista scientifica perché secondo i parametri tradizionalmente i geni di resistenza vengono inseriti individualmente.

0 Shares

Beatrice, le sfide di una giovane futura agronoma

“Il futuro dell’agricoltura è il futuro del nostro cibo, per questo le innovazioni che rendono questo settore più sostenibili sono decisive. Credo che per raggiungere obiettivi importanti il ruolo dei giovani è fondamentale, le loro nuove competenze, la loro dimestichezza con le tecnologie digitali e la loro apertura nei confronti delle esperienze internazionali possono sicuramente accelerare l’evoluzione ad un’agricoltura più efficiente e sostenibile.”

0 Shares

Cambiamenti climatici, ancora più prezioso il ruolo degli impollinatori

Uno studio della Swedish University of Agricultural Sciences ha verificato i possibili effetti del riscaldamento globale sulle colture di fave. Dallo studio è emerso che le rese diminuiscono drasticamente con la siccità e con la comparsa di afidi, ma che, indipendentemente dal livello di stress, la presenza di bombi impollinatori invece contribuisce ad aumentare le rese.

0 Shares

Viaggi, e danni, insospettati delle microplastiche

La plastica nei nostri oceani si scompone in pezzi sempre più piccoli senza rompersi chimicamente e le microplastiche possono finire ovunque. Uno studio del Weizmann Institute of Science ha rilevato che una grande quantità di microplastiche è trascinata nell’atmosfera e trasportata dal vento anche in acque dell’oceano lontane e apparentemente limpide. Tali minuscoli frammenti, che possono rimanere nell’atmosfera per ore o giorni e quando atterrano danneggiano l’ambiente marino e la catena alimentare, con implicazioni evidenti anche per la salute umana.

0 Shares

Lezioni di democrazia e sostenibilità dal mondo animale

I gruppi di faraone vulturine sono guidate da un individuo dominante ma quando i subordinati non riescono ad accedere alle risorse vitali intervengono e guidano il gruppo altrove. Uno studio del Max Planck Institute dimostra come il processo decisionale democratico è fondamentale per mantenere un equilibrio nelle società in cui il funzionamento come gruppo è fondamentale per la sopravvivenza.

0 Shares

Riscaldamento globale: i vantaggi della rotazione delle colture

Praticare regolarmente rotazioni fa bene ai raccolti, soprattutto nei periodi in cui le precipitazioni sono scarse e le temperature elevate, ma i risultati si vedono nel tempo. Questo l’esito di uno studio condotto da un team di ricercatori svedesi, polacchi e italiani che ha analizzato le rese dei cereali ottenute negli anni con la monocoltura e con le rotazioni in diverse regioni d’Europa.

0 Shares

Foreste. Sfide diverse, gruppi di lavoro diversi

Negli ultimi anni sono state identificate diverse soluzioni innovative per la gestione forestale sostenibile, ma la loro adozione è limitata proprio per la grande varietà di scenari: diverse tipologie di foreste, diversi profili dei proprietari, diverse norme regionali.

0 Shares