Percorsi di sostenibilità

Paris Culteurs, più verde e tanta nuova energia per la città

Ortaggi, frutta, ma anche zafferano, miele, birra, fiori. La città di Parigi oggi è costellata di tante nuove aree verdi che danno vita a prodotti locali e offrono nuove opportunità ai cittadini. È il grande progetto Paris Culteurs, che alla fine porterà anche alla creazione di 250 nuovi posti di lavoro.

0 Shares

Food & Beverage, un domani sempre più all’insegna della consapevolezza

Il consumatore sarà sempre più consapevole, sarà più attento alle sue esigenze specifiche e al suo benessere psicofisico, ma anche alla salute del pianeta. E premierà chi produce cibo in modo sostenibile e lo comunica con trasparenza. Questi alcuni aspetti chiave dell’analisi di Mintel sui consumi nell’area del Food and Beverage dei prossimi dieci anni.

0 Shares

Mondo vegetale: fonte di cibo, fonte di innovazioni sostenibili

La polpa della barbabietola da zucchero contiene una serie di sostanze che possono essere valorizzate e la pectina è risultata particolarmente adatta alla produzione di detergenti e di sostanze per la lavorazione della pelle. Questo il risultato di uno studio guidato dalla divisione Wageningen Food & Biobased Research da cui stanno per nascere nuovi prodotti sostenibili.

0 Shares

Serre più sostenibili? In Canada ci si sta lavorando

Ridurre i consumi energetici delle serre è una sfida importante nell’Ontario dove esiste una grande concentrazione di produttori e sono proprio le esigenze energetiche a frenare l’espansione del settore. Ma i risultati preliminari di un progetto aprono nuove prospettive. Alla guida dell’iniziativa Rupp Carriveau, direttore dell’Istituto di energia ambientale dell’Università di Windsor.

0 Shares

Fratello sole, sorella luna…madre terra

Il suolo, c’è e c’è sempre stato. La pensiamo quasi tutti così. Eppure è una delle tante risorse del nostro pianeta, limitata e fragile. E da lui dipende il 95 per cento del cibo che ci nutre. Quanto siamo consapevoli dell’importanza della sua salute?

0 Shares

La seta potrebbe rendere l’agricoltura più sostenibile

Un team di ricercatori, guidato dall’italiano Benedetto Marelli, professore di ingegneria civile e ambientale presso il MIT, ha messo a punto una soluzione per far crescere i semi delle piante in terreni degradati grazie a uno speciale rivestimento di seta. Una soluzione semplice e scalabile, che non richiede particolari attrezzature, e da tutti i punti di vista sostenibile.

0 Shares